Formazione

Pianificazione dell’assortimento semplificata grazie a simulazione e automazione

Formazione

Pianificazione dell’assortimento semplificata grazie a simulazione e automazione


Nell’ambito della pianificazione dell’assortimento, compresi merchandising, incrementalità e ottimizzazione dello spazio a scaffale, i rischi sono molteplici e il lavoro può risultare molto impegnativo.

La corretta simulazione dei processi di assortimento consente di evitare rischi inutili e prevedere risultati affidabili, mentre automatizzare l’esecuzione di questi piani genera un risparmio in termini di tempo e migliora i risultati a livello di punto vendita. La scelta del più corretto software di assortimento e planogramma ti consentirà di integrare la tecnologia di simulazione e automazione nei tuoi processi, aprendoti a un mondo di vantaggi per il tuo business.


Creatori di invenzioni: mitigare i rischi e anticipare i risultati

Dove sarebbero finiti i più grandi inventori del mondo senza le simulazioni?

I modelli di test e di apprendimento in tempo reale sono sempre stati alla base di scoperte e innovazioni. Pensiamo al primo simulatore di volo, passato alla storia grazie a Edwin Albert Link nei primi anni ’30. Il prototipo di simulatore “Blue Box” di Link era un dispositivo simile a una fusoliera dotato di cabina di pilotaggio, strumenti e controlli, che ha rivoluzionato il campo dell’aviazione ed è diventato una parte fondamentale dei programmi di formazione dei piloti in tutto il mondo.

È interessante notare che, circa nello stesso periodo in cui Link stava sperimentando con un dispositivo per aiutare i piloti inesperti a velocizzare la propria formazione imitando situazioni di vita reale, il padre fondatore di NielsenIQ, Arthur C. Nielsen, stava costruendo la sua invenzione lungimirante. Nielsen sviluppò il primo indice di misurazione delle vendite reali nei negozi di alimentari e di retail, che successivamente avrebbe lanciato il rivoluzionario concetto di quota di mercato, uno dei Key Performance Indicator (KPI) più utilizzati per misurare la crescita passata e futura di un’azienda.

Tornando al presente, oggi retailer e brand stanno affrontando una serie di sfide completamente nuove che si sono scatenate nel mondo omnichannel. Dopo un anno in cui il settore alimentare ha affrontato più trasformazioni di quante ne abbia affrontate nell’intero decennio precedente, molte aziende hanno faticato a tenere il passo con i cambiamenti e la necessità di migliorare le prestazioni degli assortimenti a scaffale e dell’esperienza in-store.

Per questo motivo, i partner commerciali retail devono essere preparati ad adattarsi più agilmente a livello di assortimento, a far crescere le categorie e a massimizzare i ritorni, grazie a soluzioni sofisticate e convenienti.


Simulazione estremamente realistica della disposizione a scaffale

Il software di simulazione predittiva è tra le opzioni più interessanti per raggiungere questo obiettivo e con cui gestire la domanda degli acquirenti, grazie a situazioni personalizzate che costruiscono l’assortimento con particolare attenzione allo spazio. Valutando lo stato della categoria potenziale rispetto a quello della categoria attuale, i retailer possono testare diversi parametri e impostazioni di assortimento prima di determinare un planogramma ideale.

Le simulazioni consentono un’organizzazione dello scaffale estremamente realistica, consentendo di testare e gestire la pianificazione di situazioni ipotetiche prima di implementare cambiamenti radicali. Pensa a questo metodo come a un simulatore di volo: creiamo un ambiente controllato per testare e apprendere cosa fare in condizioni potenzialmente rischiose prima del decollo. Grazie alle simulazioni tridimensionali e a 360 gradi del punto vendita, i retailer e i brand possono effettuare test immersivi lontano dagli occhi indiscreti della concorrenza e senza creare interruzioni a scaffale o in negozio.

I risultati di questi modelli di simulazione sono impressionanti, con un’efficacia superiore all’85% rispetto ai soli tassi di vendita. Queste simulazioni vantano, inoltre, l’8% di miglioramento rispetto alle analisi aggregate, grazie all’uso di modelli di punto vendita costruiti in base ai dati proprietari di NielsenIQ, raccolti in un periodo di cinque anni.

Person refining their assortment

Fai sì che la tua strategia di assortimento funzioni per te

Mentre la gestione dell’assortimento diventa più difficile, i tuoi competitor lavorano per ottenere un vantaggio competitivo. Passa in vantaggio con strategie e soluzioni proattive, che semplificano la complessità del panorama retail e di produzione.


La pianificazione automatizzata dell’assortimento migliora le prestazioni a livello di punto vendita

Una volta che l’assortimento è stato definito con un mix di prodotti che soddisfa al meglio le diverse esigenze dei consumatori, segue il roll-out a livello di negozio. Questo processo solitamente complesso è semplificato grazie a un software intuitivo per la creazione di planogrammi. Il processo di creazione del planogramma integrato e automatizzato si collega direttamente all’assortimento definito, utilizzando diversi moduli per assecondare le esigenze specifiche del cliente. Seguendo un processo categoria per categoria, i retailer possono stabilire le proprie regole di merchandising per migliorare l’efficienza del posizionamento dei prodotti a scaffale.

Rispetto al piano generico, uguale per tutti i negozi del retail, per il quale devono essere inevitabilmente apportate modifiche manuali per soddisfare le esigenze di negozi di dimensioni e formati diversi, l’automazione riduce notevolmente le ore di lavoro e la manodopera, ottimizzando il processo e risparmiando tempo prezioso per i team di merchandising, consentendogli di concentrarsi su altre priorità.

Anche se non è un segreto che la crescita della presenza di un brand a scaffale richieda i prodotti giusti (assortimento) nel posto giusto (spazio), troppo spesso questi due elementi sono trattati separatamente, lasciando insoddisfatti gli acquirenti e ottenendo risultati non ottimali.

La simulazione e l’automazione hanno giocato un ruolo cruciale in molti progressi storici e, negli ultimi anni, hanno aggiunto un valore enorme ai profitti dei partner commerciali del settore alimentare. I vantaggi della pianificazione end-to-end, offerti dalla simulazione del punto vendita e dalle piattaforme di automazione del merchandising, non solo semplificano processi complessi e ad alta intensità di manodopera, ma consentono un risparmio sui costi grazie a soluzioni integrate.